Il checkpoint 2.2 delle WCAG 1.0 prevede che il contrasto fra colore principale e sfondo di una pagina sia sufficientemente elevato da non costituire un problema per la fruizione della pagina da parte di utenti ipovedenti, con disabilità nella percezione dei colori o con monitor in bianco e nero.

Si tratta di uno di quei punti di controllo per i quali è necessaria un’interpretazione, e su cui non sempre si registra una convergenza da parte degli sviluppatori: parlare di contrasto sufficientemente elavato non significa dare un riferimento oggettivo, e proprio per questa ragione lo stesso W3C suggerisce una formula per il calcolo del giusto contrasto, e su questa formula si basa il controllo che vi proponiamo: grazie ad un accordo con Juicy Studio abbiamo tradotto la pagina introduttiva e l’applicazione asp che permette di controllare il codice di un CSS (incorporato alla pagina o esterno).

Ricordiamo che nessun tipo di controllo automatico potrà mai sostituire l’opera dell’uomo, e che, evidentemente, questa come altre forme di controllo vanno intese non come il fine da raggiungere, ma come uno strumento, un ausilio nelle mani dello sviluppatore.

Bene, da oggi questo strumento è disponibile anche in lingua italiana… ed è solo l’inizio!!!

https://webaccessibile.org/css