Come ci si aspetta sempre da un’iniziativa che parte da IWA, è stata una giornata ad alta densità di informazione, merito dei docenti eccezionali e anche di un pubblico attento e partecipe! Quello che non si immagina, però, è l’atmosfera che si è creata nel gruppo; la giornata ha costituito, per tutti i partecipanti, un bellissimo e prezioso momento di apprendimento, basato sull’ascolto ma anche sul confronto, per imparare qualcosa in più sull’accessibilità.   Già, perchè in questo ambito non se ne sa mai abbastanza,  si ha sempre qualcosa di nuovo da imparare!

Gli incontri di IWA sono occasioni preziose di confronto e di approfondimento che gli sviluppatori, anche quelli che muovono ora i primi passi, non possono lasciarsi sfuggire; è un’occasione irrinunciabile quella di avere la possibilità di un face-to-face con i più autorevoli personaggi che stanno facendo la ‘storia’ della Web Accessibility.  Roberto Scano, benché stanco e provato dal lungo viaggio, ha organizzato la giornata con ammirevole capacità di sintesi, e insieme a Michele Diodati ha condiviso il faticoso compito di spalancare, per a noi alunni, i mille volti dell’accessibilità.

Fin dall’inizio, chi dei partecipanti non li conosceva ancora,  ha avuto la sensazione di trovarsi davanti a due ‘guru’, che hanno sviscerato l’argomento fino in fondo, conoscendone a fondo ogni angolino, dagli standard tecnici alla normativa, dal design universale dei siti web alle competenze sulle diverse tipologie di ausili usati a seconda della disabilità. Insomma due enciclopedie viventi!